Trasparenze fu’or’mo’a

Trasparenze fu’or’mo’a

 
 

Una pietra cio’ndo’li
al brillio riflesso del tuo occh’io at’tra’tta
che l’afflato divenga vapo’re
tal che nel lago del la sere’nità
es’sa cade e riverb’era
e come vite lontane av’vita
in con tra il fondo suo
e già al saluto baciato
ri’vola al mio collo per attenderti ancóra
an’córa e àncora delle nostre morbide carni slegate or mai
da mille fili di ra’so di seta
per nutri te trasparenze fu’or’mo’a
ade s so s’ti’amo
ancora sulla pietra
cor’pi gr’echi di luce saremo
sa’ra i

 
 
 
 

Related posts

Fenomenologia di Carl Brave e Franco 126

Fenomenologia di Carl Brave e Franco 126

  Nell'ultimo mese circa in Italia è scoppiato un nuovo fenomeno musicale: si tratta del duo romano composto da Carl Brave e Franco 126, due ragazzi cresciuti a Trastevere che hanno deciso di iniziare insieme ad altri amici a fare musica, e lo hanno fatto con costanza fino a diventare in...

Brevi pensieri sociali #2

Brevi pensieri sociali #2

  Nietzsche è, non solo in quanto filosofo bensì in quanto educatore morale, un momento del percorso che un intellettuale deve compiere. Tuttavia va riconosciuto che non può essere il momento ultimo. La condanna cinica che opera nei confronti del mondo è un peso troppo grande da sostenere...

La necessità di rinascita della politica giovanile

La necessità di rinascita della politica giovanile

  La morte della politica nel mondo giovanile   Oramai è chiaro: i giovani non si interessano di politica, anzi la disprezzano, percependola come un mondo lontano e noioso che non influenza la loro vita e per cui, di conseguenza, non provano alcun genere di interesse, né si sentono...

Leave a comment