S’Foglia

S’Foglia

  S’al za una foglia che ancor il mio car[r]o non vol’ta in’vento e or d’odor e solo al color di se[e]tà che sen[z]a d’[e t]ire po[s]sa io fores’te in tere in orizz’onti e pieni e vuo[i]ti e cicli di stagioni e secoli di amori in’finiti e tempi di quel sol Canton ad uni’re del

sono in pericolo di questa vita

sono in pericolo di questa vita

    non de e evo parlare non de e evo ascoltare s o n bere e bere s o n digitare e digitare non devo guardare ma guardare   sono in pericolo di questa vita   non de e evo camminare non de e evo fermarmi s o n dormire e dormire s o

NEL GIARDINO PERDUTO

    nel giardino perduto, urlarono mari in burrasca nei legni infissi in se stessi topi e fantasmi tra vele, su alberi crocifissi. Come, le vigne sui colli, legavano stelle, ai cipressi e le case, ai nomi e sui volti, tra sconosciute galassie per non perdere il nord, il ritorno agognato agli altari del giorno,