La confusione di Babele

La confusione di Babele

      Quanto all’uomo faccia paura rendersi conto di non essere più uomo, tale da non volere rinunciare ad esserlo.   Paura che sconfina in terrore al punto tale da auto protendere fisicamente ad un Dio, in forma tale che esso lo castighi, confondendolo e disperdendolo. Fosse che la problematica eziologica stia nella torre

la prima lingua

la prima lingua

<< la prima lingua non è composta se non da monosillabi presi nella natura, ed atti a dipingere fisici soggetti; essa è la sorgente di tutte le parole >>   di Court de Gebelin