Raccolto di un Hugo di mezza estate

Raccolto di un Hugo di mezza estate

Illustrazione di Sara Traina   No, l’abisso è un sacerdote, e l’ombra è un poeta; no, tutto ha la sua voce, e ogni cosa ha il suo profumo; tutto dice, nell’infinito, qualche cosa a qualcuno Victor Hugo D’estate si cambia più di quanto si pensi, e siccome è toccato a me questo numero di Settembre

CONCORDIA da de MORTE

CONCORDIA da de MORTE

lá da dove salpasti ri torni ad affon dare il cuo re dol c’é dell’ani me frang ere flutti che spira le di cor pi grechi e umani tà tu t te assor dante soffice re spiro at te sa silente de a r mare ora giac’é ripo sano a eterna mente in pace tu