Riflessi marini.

 
 
 

Scruto
il mare celeste
e fra le onde,
intravedo i tuoi occhi nocciola
che si confondono
fra le sfumature cerulee dell’acqua.
Il tuo sguardo
è grande
quanto il cielo, mi ci perdo.
Vorrei tuffarmi
tra le pieghe del tuo animo
e riempirle
con tutto l’amore che posso.
Non riuscirò mai
a dimenticarti,
ogni notte ti penso,
vorrei cullarti
fra i miei dolci pensieri
mentre sprofondo
fra le tue braccia.
Tienimi stretta,
non lasciare che il rumore delle onde
che s’infrangono sugli scogli,
mi riporti
alla cruda realtà,
nella quale tu, sei così lontano.
Da quando i nostri sguardi
si sono mescolati
non posso fare altro
che immaginarti.
Vorrei
che quando non ti senti abbastanza,
sapessi di poter contare sul mio amore.
Se
i sentimenti son
il pane dello spirito
e, lo spirito non si tange,
allora manderò il mio affetto da te,
per proteggerti
dalle insidie del mondo.
Forse a te non importa
se ti amo
ma l’amore è così buono
che resta anche se respinto
ed è tenace.
Tuttavia, sono certa d’averti colpito,
il modo in cui ci siamo guardati
è valso più di mille parole.
Perchè
non cogliere l’attimo
quando ci siamo baciati
più volte, con lo sguardo?

 
 
 

Related posts

Fenomenologia di Carl Brave e Franco 126

Fenomenologia di Carl Brave e Franco 126

  Nell'ultimo mese circa in Italia è scoppiato un nuovo fenomeno musicale: si tratta del duo romano composto da Carl Brave e Franco 126, due ragazzi cresciuti a Trastevere che hanno deciso di iniziare insieme ad altri amici a fare musica, e lo hanno fatto con costanza fino a diventare in...

Brevi pensieri sociali #2

Brevi pensieri sociali #2

  Nietzsche è, non solo in quanto filosofo bensì in quanto educatore morale, un momento del percorso che un intellettuale deve compiere. Tuttavia va riconosciuto che non può essere il momento ultimo. La condanna cinica che opera nei confronti del mondo è un peso troppo grande da sostenere...

La necessità di rinascita della politica giovanile

La necessità di rinascita della politica giovanile

  La morte della politica nel mondo giovanile   Oramai è chiaro: i giovani non si interessano di politica, anzi la disprezzano, percependola come un mondo lontano e noioso che non influenza la loro vita e per cui, di conseguenza, non provano alcun genere di interesse, né si sentono...

Leave a comment